Il visore Oculus VR posizionerà Facebook come leader nella realtà virtuale

Tramite Horizon Workrooms, Facebook Reality Labs si lancia al 100% nella realtà aumentata, per i professionisti (Workrooms) e presto per i privati ​​(Horizon).

Mark Zuckerberg, David Baszuck, Satya Nadela... I re della tecnologia hanno una sola parola sulle labbra: il "metaverso". Questa è la definizione della fusione del mondo virtuale e del mondo fisico, o la nuova Internet incarnata di cui ogni essere umano potrebbe far parte molto presto.

Workrooms è quindi uno strumento di lavoro collaborativo in realtà virtuale. L'organizzatore della riunione avvia la riunione utilizzando il visore Oculus VR Quest 2. Gli altri partecipanti possono accedere all'aula di lavoro con o senza il visore 3D, collegandosi a una videoconferenza di base.

Gli utenti senza auricolare vedono la sala riunioni in 3D sul proprio computer. Quelli con le cuffie sono dotati di un avatar su misura, si siedono tutti insieme e chattano tramite chat vocale o annotano idee su una grande lavagna a fogli mobili con il joystick Oculus.

Il servizio Workrooms è accessibile con Oculus Quest 2, l'ultima versione del visore lanciata nell'ottobre 2020 con una migliore risoluzione dello schermo, più leggera, più economica e con un processore più potente. Facebook non rilascia dati sulle vendite Secondo quanto riferito, sono state vendute 5 milioni di copie.

Un piccolo numero di persone sta testando Horizon, la versione casalinga che permetterà loro di giocare, visitare, esplorare il mondo o persino creare! Ricordiamo Minority Report, il film di Spielberg. Facebook Reality Labs vuole essere il primo a passare dalla finzione alla... realtà virtuale.

È una coincidenza, ma Facebook ha appena lanciato un'offerta di prestito aziendale in uno dei suoi più grandi mercati globali: l'India. Mentre Facebook afferma di non voler fare soldi con i suoi prestiti, non fa mistero di voler incoraggiare i nuovi utenti aziendali a utilizzare i suoi servizi pubblicitari (mirati se presenti) così come i WORKROOM...

L'India, il secondo Paese più connesso al mondo, ha 400 milioni di utenti Facebook e 500 milioni di utenti Whatsapp. Facebook ha già investito quasi 6 miliardi di dollari nell'operatore indiano Jio.

Anche gli altri GAFA sono focalizzati sull'India: Google investirà 10 miliardi nei prossimi 6 anni e Amazon ha appena investito in una start-up indiana di wealth management.